Crea sito

L H C

LHC è la sigla che sta per Large Hadron Collider (Grande Acceleratore di Adroni) che è il più grande acceleratore di particelle che sia mai stato costruito al mondo. Esso si trova in Svizzero, presso Ginevra, e alla sua costruzione hanno contribuito migliaia tra gli scienziati più specializzati nello studio delle collisioni tra particelle elementari. Le dimensioni di 27 km di circonferenza,( per averne un’idea, si immagini una circonferenza che abbia il centro nella frazione Gallo, e gli estremi del diametro, di circa 8,6 km, uno a Castel San Pietro e l’altro a Maggio, passando per Casalecchio dei Conti a sud e per la frazione Gaiana a nord) e la ricca strumentazione di cui è corredato, ne fanno lo strumento in assoluto più potente del suo genere, anche del Fermilab di Chicago.

Gli esperimenti che si stanno conducendo al suo interno hanno scatenato una vasta eco nel mondo, soprattutto in concomitanza con il suo ‘avviamento’, che è avvenuto il 10 settembre 2008. Qualcuno ha temuto che scatenasse la fine del mondo, ma ciò non è accaduto. Spesso ciò che non si conosce spaventa e produce diffidenza, per questa ragione nasce l’associazione onlus “Salto Quantico”! Infatti l’obiettivo di divulgazione scientifica promossa dall’associazione “Salto Quantico” vuole rispondere all’ esigenza dei cittadini di avere una formazione di base tale da poter comprendere le nuove frontiere della scienza e riuscire a gestirle consapevolmente.

Gloria Nobili è laureata in Fisica ed insegna Matematica e Fisica ormai da molti anni. Ha avuto anche diverse esperienze in ambito universitario, sia come iniziatore e sostenitore delle attività didattiche del Museo di Fisica dell’Università di Bologna sia come conduttrice di un laboratorio di Matematica presso la facoltà di Scienze della Formazione. Inoltre ha condotto laboratori e seminari per docenti e per studenti di ogni ordine e grado presso diverse istituzioni pubbliche e private. Oltre alla didattica, si interessa anche di biofisica sperimentale, applicandola in vari campi di ricerca. Proprio questa attività l’ha condotta a partecipare attivamente al Convegno internazionale “Quantum Mind 2007” che si è tenuto a Salisburgo e in cui ha conosciuto di persona alcuni dei più prestigiosi ricercatori nell’ambito della Fisica quantistica applicata alla spiegazione del funzionamento del cervello.